Follow by Email

mercoledì 18 novembre 2009

Camelie, 5 meno

Per anni le uniche due manifestazione di livello internazionale, capaci di portare turisti da noi, sono stati i Comics e le Camelie. In questi ultimi anni i Comics, da quando sono tornati nel Centro storico (sconfiggendo le cassandre del caos) hanno fatto un enorme balzo in avanti come evento e come visitatori, mentre le Camelie sono rimaste ferme nel loro guscio localistico perdendo anche il secondo posto fra gli eventi più importanti del territorio a favore di Digital Photo Fest (bravissimi). Peccato perchè le Camelie hanno avuto ed hanno un potenziale enorme di attrazione in un nicchia importante di mercato di appassionati che ha avuto e potrebbe ancor maggiormente avere un grande ritorno turistico in mesi di bassisima stagione. Forse questa e le precedenti gestioni comunali (bipartisan) dovevano osare di più per liberare le Camelie da una gestione solo localistica dell'evento per farne l'occasione di una gestione pubblico-privato che desse un più ampio respiro europeo e mondiale all'evento, come meritava (e la povera ass.Baronti lo voleva fare). Comunqhe ha ragione il Sindaco di Capannori, che questo evento non può essere perso, per la sua soria, per il suo potenziale turistico, per il valore dell'iniziativa stessa. Abbiamo sul territorio una serie di eventi nel settore dei fiori e delle piante (Azalea, S.Zita, Verde Mura, Murabilia, Camelie, Feste della primavera) che se ben programmati, organizzati, incoraggiati e fatti conoscere anche complessivamente,(oltre che per singola iniziativa) potrebbero dare risposte più che positive allo sviluppo economico e turistico del territorio. E quando parlo di organizzazione complessiva del comparto, voglio solo dire semplicemente che tutte potrebbero essere comprese in un programma annuale su cui fare una comunicazione complessiva (tipo L'Olio e Tesori di Lucca) e soprattutto fare una sinergia semplice ma mai ottenuta e cioè che ad ogni evento vi sia la pubblicizzazione degli altri eventi che si svolgeranno nel corso dell'anno nel territorio. Per fare queste due semplici cose, sarebbe forse sufficiente una sedia da regista anzichè un'intera cabina ma a me va bene anche l'intera purchè cambi nome che è burocraticamente e visivamente orrendo.