Follow by Email

sabato 12 dicembre 2009

Campo Balilla e Comics & Games

Leggo la presa di posizione della Soprintendenza di Lucca (ma perchè non torniamo con Pisa?) per l'utilizzo dell'ex Campo Balilla per gli Stand dei Games a novembre.
Un evento che tutto il Mondo ci invidia, oltre 140.000 visitatori paganti e soprattutto dormienti e mangianti a Lucca . Siamo qui a piangersi addosso perchè per un mese e mezzo l'erba sul campo non è così verde, come per gli altri spalti.
L'area in questione è stato un campo di calcio (dove molti di noi hanno tirato i primi calci) per oltre 40 anni, facendo buche e deserto e nessuno ha mai detto che forse si poteva giocare a pallone in altre zone. Ma il football è sacro.
Per i Comis & Games invece è l'unica aerea possibile accanto alla città, in attesa dei lavori alla Manifattura. Di che si parla? E' veramente possibile che ci sia qualcuno che prenda sul serio un dipendente dello Stato, con il suo posticino al caldo e lo stipendio assicurato, che vuole togliere l'unico evento Mondiale che vi è a Lucca, che porta una ricchezza enorme a tutta la città, che da ossigeno alle attività private del turismo e del commercio che rischiamo sulla loro pelle, ogni giorno, il lavoro e la sopravvivenza della propria famiglia, per qualche metro di terra da rizzolare e riseminare.
E' una bruttura per la città?, puo darsi ma è contenuta in una cinquantina di giorni, ben altre sone le brutture permanenti rese a Lucca.
400 appartamenti realizzati in via Luporini, al posto di una Villa Cinquecentesca, abbattuta furivamente notte tempo: dove era la Soprintendenza di Lucca? Non facciamoci ridere dietro da tutto il Mondo.