Follow by Email

sabato 19 dicembre 2009

PIAZZA LENIN: un pò per burla e un pò.............

C'era una volta....... un ottimo Assessore all'Arredo Urbano, poi .....una Strega cattiva fece il noto "Incantesimo a strisce" e da allora ......solo strisce colorate...... gialle e blu (tante).... bianche (pochine) e l'Arredo Urbano si addormentò come il Principe azzurro e fu tramutato in un rospone in attesa del bacio di Biancaneve (e che neve!!)
E la Strega cattiva iniziò a imperversare sul povero Arredo che diventò poco Urbano, anzi molto Inurbano.
Nacque allora Piazza Lenin, dove riposano le auguste spoglie dell'unico leader mondiale di Lucca, quel Castruccio, che vide i suoi palazzi "adeguati al suolo per odio di parte" e soprattutto l'oblio per essere stato l'alfiere dei Ghibellini in terra "bianca".
Si celebra Batoni che a Lucca ha trascorso solo gli anni del pannolone, Ragghianti, che ci ha lasciato una eccelsa biblioteca (che ci costa 800.000 euro l'anno), Elisa, una cocotte francese sempre odiata dai nostri avi ( "..È vero che tu sei una cocotte?" Perdutamente rise... E mi baciò con le pupille di tristezza piene...." come poetò il buon Guido), ma Lui, il Principe (segreto) del buon Niccolò che in pubblico indicava Lorenzo de Medici, per agguantare qualche prebenda (tutti tengono famiglia!), Lui, dicevo, l'eroico Castruccio, l'uomo che fece vedere i sorci verdi a Firenze, unico leader mondiale (di allora, precisiamo, se no il Cavaliere....) condottiero invitto, secondo in Italia solo all'Imperatore, di cui era il brando, riposa negletto in una spoglia cappella, di un ex pregevole Convento, che grida vendetta a Dio, per tanto abbandono,..... ma che ora mi sembra ben inserito nel restauro e nell'arredo del nuova.........Piazza Lenin.