Follow by Email

domenica 30 maggio 2010

ETOS, che impegno!

Non mi sono dimenticato del mio blog..... non ho rinunciato a essere osservatore attento delle cose del nostro Comune, della nostra Provincia, della società civile..... del turismo e del commercio.
Ho solo da assolvere al mio impegno di consulente a Luccapromos-Camera di Commercio di Lucca, per la realizzazione di ETOS, il Forte dell'Eccellenza Toscana.
Un impegno che in questo momento, a un mese dall'evento, assorbe buona parte del mio tempo.
ETOS sarà un grande evento, ottimo il livello degli espositori trovati, bellissima la location, eccezionale l'idea: raggruppare in un Salone al Forte l'eccellenza della produzione toscana dell'arredo casa e non solo.
Un ultimo mese di lavoro intenso: da invitare centinaia di buyer, di giornalisti, di VIP e di possibili clienti per ETOS.
Dopo il cinque luglio prometto che riprenderò con maggior lena, maggiore impegno e soprattutto maggior tempo, la mia battaglia per una Lucca migliore, per una società civile lucchese più attenta ai probremi del turismo, del commercio, di tutte quelle attività "non statali" che impegnano la parte migliore, io credo, e certamente più viva, della nostra società.

domenica 23 maggio 2010

Etos 1

sabato 8 maggio 2010

Lavoro sacro o Feste sacre?

Voglio tornare a mente fredda sulle polemiche a Lucca e in Italia per le aperture dei negozi del 1°maggio.
Nella stessa provincia di Lucca vi sono stati comportamenti diversi nei vari comuni.
Chi ha lasciato libertà ai negozi chi ha imposto la chiusura.
Diverse le motivazioni: alcune veramente fuori luogo e fuori storia.
Difesa "rocciosa" del 1°maggio, Festa del Lavoro, come se nella situazione attuale sia indiscussione la Festa o invece il posto di lavoro.
Il 1° maggio, come le altre feste comandate, vi è sempre chi deve lavorare: casellanti, ospedalieri, forze dell'ordine, baristi, ristoratori, sorveglianti idraulici e così via.
Per loro non è un dramma da anni, hanno sempre lavorato a turno e sempre lavoreranno: non si possono interrompere certi servizi.
Invece per le commesse la Festa del 1°maggio deve essere sacra, per i camerieri no, per le commesse sì: strano paese il nostro.
E poi ancora per le commesse di Lucca è Sacro, per quelle di Viareggio e di Forte dei Marmi non è Sacro, possono lavorare.
Credo che in questo momento economico delicato il lavoro vada difeso cercando di far crescere il reddito delle imprese per creare nuova occupazione e nuovo sviluppo.
Negozi aperti nei giorni di ponte vuol dire dare servizi efficienti ai turisti che portano ricchezza e lavoro.
Lucca non può essere ancora la cenerentola del turismo.
Se Viareggio e Forte dei Marmi i negozi rimangono aperti anche a Lucca si deve rimanere aperti e l'assessore al commercio lucchese deve essere all'altezza di quello degli altri comuni, dando certezze e solide basi a chi lavora nel commercio ed nel turismo..

mercoledì 5 maggio 2010

Torre di Palazo Madama e Torre Guinigi

Sono stato a Torino a vedere la Sindone.
Una emozione forte che fa riflettere su molte cose.
Ma quanta acqua e soprattutto quanto popolo, disciplinato, in fila sotto una pioggia battente, per pregare davanti alla Sacra Sindone.
Dopo sono stato a vedere Palazzo Madama ed il Museo all'interno.
Vi era una bella esposizione di ceramiche di arredo che aggiungeva fascino al prestigioso Castello che le Madame fecero bello e dove mise le mani, sia pure per poco, quel Filippo Juvarra che operò anche a Lucca.
Ma quello che mi spinge a questo racconto è la visita di una delle Torri del Castello, da dove la vista spazia sopra tutta Torino.
All'interno di una delle Torri Medievali, perfettamente curate, è stato costruito un modernissimo ascensore, corredato da scala altrettanto moderna, per raggiungere comodamente la vetta e renderla fruibile anche ad anziani e a diversamente abili.
Un bellissimo intevento, moderno su antico, che pur non offendendo il Monumento lo valorizza per la vista di tutti.
Mi chiedo: perchè a Lucca, nella Torre Guinigi, non si possa fare u uguale intervento?? Perchè a Lucca siamo così conservatori e miopi?
Un intervento certamente non proibitivo nei costi che renderebbe agibile a molte migliaria di persone in più delle attuali la nostra bella Torre ed il suo affascinante panorama, migliorando anche la resa economica della Torre e soprattutto la renderebbe anche agibile a tutti.
Spero vivamente che questa proposta possa trovare l'attenzione dei nostri amministratori.
Una ultima nota per gli amici sportivi, amanti del calcio: a Palzzo Madama furono esposte le salme dei calciatori del Grande Torino, caduti a Superga, per l'estremo saluto dei Torinesi e di tutti.