Follow by Email

sabato 25 settembre 2010

Le "opportune provocazioni" di Remo Santini

A Remo Santini, Caporedattore di Lucca della Nazione,

Caro direttore,

le sue provocazioni per smuovere questa città sono molto attraenti e molte di esse sicuramente molto condivisibili.
Vorrei provare a integrarle:
Bar al primo piano della Torre Guinigi: una idea eccellente che completerei con l'installazione di un ascensore velocissimo e moderno nell'ultimo tratto per arrivare dal primo piano in vetta e poter veramente utilizzare la parte scoperta della Torre Alberata per piccole cerimonie e ricorrenze. Basta andare a Torino a Villa Madama, per vedere in una delle antichissime torri del Palazzo, un modernissimo ascensore che porta in vetta per ammirare il panorama di Torino. Oltretutto utilizzando l'ingresso di Palazzo Guinigi ed il suo ascensore, ci si potrebbe collegare con la piattaforma della Torre al primo piano da dove dovrebbe partire il nuovo ascensore, in maniera che anziani ed invalidi possano raggiungere la vetta alberata, come tutti gli altri.
Ombrelloni e piscine su un baluardo, una idea ardita, ma non impossibile con strutture carine ma provvisorie e totalmente rimovibili. Un Lido di Lucca sulle Mura! lo approfondiremo laicamente, ma aggiungerei sui Baluardi: centri di ascolto di musica dei nostri famosissimi compositori, centri di lettura di giornali e libri con piccole biblioteche ambulanti, un bel percorso vita per gli appassionati, centro di documentazione visiva all'interno di un sotterraneo, un servizio notturno di mobilità sulle Mura, invernale, primaverile ed autunnale, dalle 21 alle 24, per una fruizione delle Mura in stagioni ed orari ora impensabili ed anche per garantire una maggiore vivibilità in sicurezza delle Mura di notte.
Parcheggi interrati: si voglia o no per risolvere il problema della sosta occorre scavare: ci sono posti dove si può fare senza fare danni al patrimonio artistico (si è scavato a Roma, Parigi, Londra, Verona, ecc. non vedo perchè non si possa scavare a Lucca). Faccio un solo esempio: si vuole realizzare in questi giorni una manciata di posti auto alla rotonda davanti alla Porta S.Maria, al Giannotti, deturpando la vista di una delle più belle porte cinquecentesche della città. Perchè non scavare un grande parcheggio su tutta la piazza, che conterrebbe moltissime auto di più, non deturperebbe l'immagine delle Mura e avrebbe anche la possibilità di avere uno sbocco pedonale in Piazza Santa Maria?. Per questi parcheggi si trovano anche finanziamenti privati e sotto la grande rotonda stradale non vi è nulla certamente da preservare: vi abbiamo già scavato anni fa per realizzare i due sottopassi pedonali.
Potrei continuare a lungo con altre cose, ma aspetto che Lei dia il seguito con altre provocazioni intelligenti per seguirla ed incoraggiarla.

francesco colucci