Follow by Email

lunedì 21 febbraio 2011

Cronaca... di una giornata ....qualunque e ..di tanti ricordi......

Oggi dicono sia primavera a mare.....forse....certo è che l'aria di primavera si comincia ad assaporare.....stanotte per la prima volta dopo molti mesi....non ho lavorato al computer.....avevo sonno .....mi succede solo alcune settimane all'anno.... quando inizia la primavera, appunto......è una costante della mia vita......dormo regolare solo all'inizio della primavera.....gli altri mesi.... la notte lavoro.....non mi riesce dormire......chissà perchè.....Normalmente verso le 3 o le 4 ho la pressione minima a 120...forse è quello...quando ho fatto l'holter il medico non voleva credere ai risultati.......mah......un giorno bisogna morire.
Non ho lavorato stanotte, lavoro oggi pomeriggio....sono di supplenza, a vendere vacanze, all'agenzia viaggi di mia figlia......ha ricevimento bambini....anzi ...oggi consegnano la prima pagella a mio nipote illustrissimo... quel tal Luca che quest'anno fa la prima elementare........un vero "fenomeno" ...tutto il nonno.... chiessà che pressione avrà .....alla mia età......
Mi ricordo il mio primo giorno di asilo a Pistoia, un asilo in una stanzetta della parrocchia della chiesa....di cui non ricordo il nome.....ma quello che mi ricordo bene erano le macerie della Chiesa bombardata ....che si doveva attraversare, per entrare nella stanza fungente l'asilo.
Una chiesa bellissima, con un enorme squarcio nella cupola, da dove si vedeva il cielo ed entrava tanto freddo...che freddo in quella stanza......quanto piangevo.....per quello me lo ricordo....non ci volevo andare.....anche se dopo era bello giocare fra le macerie della Chiesa.... le macerie erano d'appertutto...anche sull'altare...aveva resistito il Crocefisso in legno che anni dopo mi ha ricordato ......quello di Don Camillo e la sua Chiesa,  con il campanile lesionato.... era uguale alla mia......quella dell'asilo.....
La zona dell'asilo, ma anche dove abitavo era vicino alla vecchia Breda, fabbrica di treni e di armi....bombardata a tappeto...con tutto quello che vi era intorno.....Chiesa compresa.
Non mi ricordo la guerra, ma il dopoguerra molto bene....mi ricordo Livorno.....dove stavano gli zii che avevano avuto una casa in Via Grande.....tutta distrutta.....passavi per la via principale di Livorno in uno stretto sentiero, fra cumoli di macerie da un lato e dall'altro...pochi muri in piedi.....tutte macerie....gatti randagi....un silenzio da paura...tutto il porto distrutto.....solo le fortezze medicee.....avevo retto in buona parte....ironia della sorte....
La dove erano e sono adesso i bacini di carenaggio il mare non c'era più...tutto era riempito da macerie e scafi distrutti.......i nostri padri sono riusciti a ripartire da una situazione disperata ....mentre noi non riusciamo a ripartire da una crisi finanziaria........forse erano fatti di un altra tempra.....forse la fame e le privazioni della guerra persa.... avevano provocato un forte moto di orgoglio...una voglia di fare...di reagire
A proposito di Livorno mi dicevano allora i mei zii, città di grandi fascisti, di raduni oceanici, con i Ciano da fare da padroni: La Terrazza Ciano sul mare e sulla collina il grande Mausoleo Ciano, per ricordo imperaturo.....durato pochi anni.....mi sembrava tanto strano allora.....tutti fasciti prima...tutti comunisti poi, dopo la guerra....allora non capivo e domandavo invano.....poi da grande ho capito........
Visto che sono nei ricordi, ne ho un'altro nitido legato alla storia.....l'attentato a Togliatti.....abitavo a quel tempo con mio zio, che comandava una caserma delle guardie di finanza a Montecatini Terme.....mi ricordo come fosse ieri tutte le finestre.... anche dell'alloggio di servizio, barricate con stecche e dietro ogni finestra un agente con il fucile o il mitra spianato.........mi ricordo dell'aria preoccupata degli zii e del ripetuto avvertimento.....non stare vicino alle finestre...stai al centro della stanza......
Eppoi vinse Bartali... il giro di Francia....e tutto si calmò.....strano paese il nostro......già allora, a sei anni.....cominciavo a capire che sarebbe stato difficile comprendere questa Italia.........pronti ad ucciderci in una seconda guerra civile...e poi tutti insieme in piazza..... a festeggiare Bartali.... eroe Italiano nell'antipatica Francia......meglio così......Bravo Bartali anche se il mio eroe era Coppi, "......un uomo solo al comando...la sua maglia è....bianco celeste...." che emozione che dava, che uomini veri nel ciclismo di allora...ora solo dopati....con la sola differenza di chi è bravo.... a non farsi trovare e chi è grullo.... a non riuscirci......
Chi è pescato è...crocifisso...chi è più furbo è ....osannato......Se sei in Italia sei crocifisso se sei in Spagna...osannato....questione di razza?? ...Chissà.......
Basta...... devo fare dei biglietti per la Sardegna.a dei clienti....beati loro...vanno in un bel posto.....quest'anno per "colpa" delle Mura non sono neppure andato a Caccia in Sardegna..... occorreva una settimana libera...e non era possibile....speriamo nel prossimo anno....quest'anno niente Tordi....solo Pernici Rosse....nelle brughiere e nelle risaie del Vercellese e di Novara......dovrei andare anche a fine mese....speriamo......