Follow by Email

martedì 26 aprile 2011

EUROFLORA e SANTA ZITA 2011

Sono stato a vedere EUROFLORA 2011 a Genova, la più importante fiera del verde d'europa che si tiene ogni cinque anni.
Sono andato per vedere lo Stand dell'Opera delle Mura, per vedere di "copiare" qualche idea per MURABILIA 2011, per capire le novità e le tendenze del settore, per deliziare occhi e olfatto.....
Euroflora è veramente una cosa unica, per varietà di piante e fiori, per la presenza di Stand bellissimi, di esposizioni particolari, di novità del settore.
Ma quanta gente!!! migliaia e migliaia di persone che si accalcano fotografando tutto e di più.
Da vedere, ma stancante: parcheggi rari e lontanissimi, cari assatanati, 2,50 euro all'ora, 12 euro forfettarie per più di tre ore.
Lo Stand dell'Opera delle Mura, carino, il massimo per un costo limitatissimo, con uno slogan molto visto: 1513-2013, 500 anni delle Mura di Lucca.
Molte le persone che lo fotografafano, bravi di giardinieri che lo hanno realizzato.
Ho presenziato anche alla Inaugurazione e Premiazione di Santa Zita. Una cosa diversa ovviamente, ma non male.
L'ASCOM che la realizza ha fatto una buona edizione, si apprezza la nuova mano organizzativa. Complimenti! Ho visitato anche qui l'aiuola dell'Opera delle Mura, carina e semplice, costo zero, anche ai giardinieri dell'Orto Botanico, i miei complimenti.
Tanta gente anche a Santa Zita, parcheggi più vicini e a costi inferiori, belli molti stand, con fiori e piante molto belle. Da vedere.
Fatto il pieno di idee e stand floreali, abbiamo materiale nuovo e interessante per aggiungere qualche novità a Murabilia 2011, che è in fase avanzata di preparazione. Vi aspettiamo!!!

sabato 23 aprile 2011

BUONA PASQUA!!!!

A tutti, amici e non, giungano i miei migliori auguri di Buona Pasqua!!

Colgo l'occasione per ricordare che è stato aperto il nuovo sito su Facebook per MURABILIA, che si aggiunge a quello di VERDEMURA.
Murabilia che è ormai riconosciuta come la più importante fiera botanica italiana e una delle prime cinque d'europa, si svolge dal 2 al 4 settembre, sulle Mura Urbane e all'Orto Botanico, sui Baluardi San Salvatore, Libertà, San Regolo e San Colombano.

giovedì 14 aprile 2011

All'interno di Porta San Gervasio

Ieri ho visitato l'interno della Porta medievale di San Gervasio.
La Porta che fa parte delle Mura medievali è stata restaurata in parte mi dicono nel 2005 e poi abbandonata a se stessa.
Alcune parti sono ben tenute altre meno, dappertutto sporco di piccioni, zecche e sudiciume.
I locali sono belli, si sale una stretta scala certamente costruita dopo l'abbandono delle Mura Medievali per le nuove Mura rinascimentali, all'interno di una piccola costruzione adagiata lateralmente alla Porta e si arriva nella parte centrale fra i due torriorni.
Sulla scala l'antica prigione, un locale basso e stretto con un piccolo pertugio sul fuori. Più su, un primo "appartamento" abitato fino ad una ventina di anni fa, quattro locali belli con vista sulle vie circostanti. Salendo ancora un altro appartamento uguale a quello precedente, ed ancora oltre siamo in cima al Torriore di sinistra un bel locale.
Un terrazzo conduce all'altro torriore di destra anche questo con un ampio locale.
Guano di piccioni d'appertutto, piccioni morti e vivi a iosa.
La vista dal terrazzo e magnifica, si vede tutta Lucca, per persone sulla Torre Guinigi si possono toccare" quanto sono vicine.
E' un peccato che tutto sia abbandonato da anni.
Farò fare delle ispezioni di solidità per l'utilizzo dei locali, poi sentiremo la Soprintendenza per vedere come possono essere utilizzati. Una volta erano appartamenti.
Ancora una bellissima cosa a Lucca, misconosciuta, da valorizzare o da rimettere in circolo, così è uno speco. Vediamo cosa si può fare. 

Un successo dell''Orto Botanico di Lucca

Una importante collaborazione scientifica è stata realizzata dall'Orto Botanico di Lucca, con il Ministero della Istruzione, Università e ricerca, la Regione Toscana e la Provincia di Livorno.


Da una intuizione del Prof.Tomei, sotto la regia del Direttore Ing.Giannini, i giardinieri dell'Orto Botanico di Lucca hanno fatto germinare e curato nella crescita di una ventina di esemplari di Cisto Alimo (Halimium halimifolium Willk) che come noto è un arbusto mediterraneo dai fiori gialli che cresce sui litorali prevalentemente sabbiosi in Italia e Spagna. Nel territorio della provincia di Livorno era presente a sud presso Donoratico e San Vincenzo come riporta Teodoro Caruel nel "Prodromo della Flora Toscana" (1860):

Oggi, a causa dell’elevato impatto antropico sul litorale dell’etruria, il cisto alimo è scomparso dal territorio livornese.

Fortunatamente alcuni esemplari di questa pianta erano stati coltivati presso l’Orto Botanico del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno; i semi da loro ottenuti, conservati prima nella Banca del germoplasma, sono stati in seguito oggetto di studi da parte dei ricercatori del Museo per chiarire i meccanismi di rimozione della dormienza.

Si deve infine all’Orto Botanico di Lucca la coltivazione con successo di oltre 20 individui di cisto alimo a partire dai semi conservati nella Banca del Germoplasma del Museo di Livorno.

Tale disponibilità di piante ha portato i due enti alla decisione di tentare la reintroduzione di questa specie negli ambienti di elezione per la provincia di Livorno, prevista per oggi a Donoratico, alla presenza delle autorità scientifiche e politiche.

Una proficua collaborazione ed un grande successo che riportano l'Orto Botanico di Lucca nella sua funzione originaria di collaboratore di importanti sperimentazioni botaniche, di ricerca e di studio del mondo vegetale.

mercoledì 13 aprile 2011

Perle di memoria storica......a volte non gradite........ma molto stuzzicanti...

Domenica ero da amici a Ponte a Moriano, giovanetti come me e dopo aver dato fondo a succulenti piatti fatti in casa da una signora che ci sa fare in cucina, ci siamo messi a ricordare la nostra gioventù......come fanno purtroppo quelli giovanetti come noi.....chissà poi perché.....
Essendo a Ponte a Moriano è venuto facile parlare del Morianese, della sua storia, delle sue tradizioni......e ho scoperto cose...che certamente sapevano in molti....sepolte dalla polvere dell'oblio..... ma che io non sapevo. Quante cose non so..... e credo di sapere tutto del nostro territorio.....presuntuoso che sono.
Ponte a Moriano si è chiamata per alcuni anni, PonteCiano in memoria di un Eroe di Guerra (15-18) insignito della Medaglia d'Oro al Valor Militare, che aveva Tenuta e Villa a Palmata.
Un eroe di Guerra che però si era molto compromesso, poi, con il Fascismo, insieme a tutta la sua famiglia, nota anche per essersi imparentata con Mussolini.
Costanzo Ciano, Militare di carriera, eroe della Beffa di Buccheri, sottosegretario al governo nel 1919, prima del Fascismo, ne divenne Ministro e Gerarca con Mussolini.
Suo figlio Galeazzo sposò Edda Mussolini e fu giustiziato dal suocero Benito per alto tradimento, dopo l'8 settembre.
I Ciano avevano acquistato la proprietà di Palmata da molti anni, quando Costanzo, soprannominato "Ganascia" dai suoi concittadini livornesi, morì nei pressi di Lucca e la salma fu traslata nella sua Villa di Palmata, nell'estate del 1939.
Per questo a Ponte a Moriano fu cambiato nome, in quegli anni, in Ponte Ciano (su Google alcune voci ricordano ancora questo toponimo).
Ovviamente dopo la Liberazione il nome tornò quello originario.
A Palmata, la Villa Ciano, ora di altri proprietari, è ben conservata e molti anziani" si ricordano benissimo di Edda e dei suoi soggiorni nella campagna morianese, sia prima, in grande fasto, che dopo la guerra, in grande umiltà.
Comunque molte voci ricordano Edda come una persona di grande cortesia e simpatia.
La leggenda parla anche di Tesori trafugati dalla Villa anzi di Tesori seguestrati da "ufficiali" dello Stato, subito dopo guerra e ......spariti nel nulla.......
Storia o legenda?? molti dicono storia.......
Un pezzo di storia patria, nel bene e nel male, alle porte di Lucca, io non la conoscevo....forse molti altri sì.
Vediamo chi ha altre notizie in merito......anche del Tesoro....... 

venerdì 8 aprile 2011

DOBERMANN........cercasi.......


Ricercherei un cucciolo di Dobermann femmina,
anche senza certificato.


Il mio e.mail è colucci.lu@alice.it

il mio cell. 348 0533233

ringrazio anticipatamente chi mi darà notizie in merito

Ho avuto fino a pochi mesi fa un Dobermann femmina meravigliosamente affettuoso per 13 anni.
Ora è morta.
Mi piacerebbe trovare nuovamente l'occasione di allevarne un altra.
Il Dobermann è un cane meraviglioso, fedele, affettuoso e non violento, diventa aggressivo solo se attaccato, lui o il suo padrone. Le dicerie sulla sua cattiveria sono fasulle. E' un cane buonissimo.
Ho sofferto molta la sua morte e non ne volevo più.
Ma si sa il tempo lenisce i dolori e sono troppo attratto da aver un cane così bravo, per questo mi sono pentito e lo cerco di nuovo, ma a Lucca non ci sono allevamenti, e poi gli allevamenti fanno selezioni troppo scientifiche, io cerco un cane....cane, non un campione, un cane di famiglia, per questo mi rivolgo al WEB.

cordiali saluti


francesco colucci

giovedì 7 aprile 2011

MURA: avanti tutta....!

Il CdA delle Mura, Bruciati, Croci, Favilla, Giorgi, Colucci,  nella sua riunione di martedì ha preso alcune decizioni che mi sembrano importanti e che ritengo quindi utile condividere:


• Ascensore sulle Mura: il C.d.A ha deciso di approvare in linea di massima l’opera e la sua ubicazione (Cortina lato destro Baluardo S.Maria) dando mandato al Direttore, Ing.Giannini di verificare la possibilità tecnica di realizzazione e la compatibilità economica.

• WC sulle Mura: il C.d.A. ha deciso di approvare la realizzazione di due WC nelle due Casermette che hanno due porte esterne. Ha dato mandato al Direttore di verificarne la possibilità tecnica e la compatibilità economica.

• Casa del Boia e Casa del Cane: il C.d.A. di fronte ad esplicite richieste d’interesse ha deciso di lanciare due distinti Bandi per il restauro con uso, dando mandato al Presidente e al Direttore di predisporne il contenuto in accordo con la Soprintendenza e il Comune.

• Porta S. Donato nuova: Il CdA ha deciso il recupero della facciata e del passaggio interno, dando il via alla progettazione e alle procedure autorizzative.

• Piccole attività di Ambulanti sulle Mura: il C.d.A., di fronte a plurime manifestazioni di interesse, ha deciso di pubblicare un Bando, in stretta osservanza con quanto previsto dal Regolamento Comunale sul Commercio, per le Mura, per tre autorizzazioni nei settori: gelati artigianali, acqua minerale, spremute artigianali di frutta e tisane salutistiche.

• Cartellonistica: Accettazione delle osservazioni della Soprintendenza e passaggio alla fase operativa dei 35 Cartelli turistici previsti da istallare sulle Mura e le Torri.

• Test di Cuper: Su proposta e con la collaborazione dell’Associazione Amici del Cuore organizzazione per la metà di giugno, di un Giornata del Test sulla Mura, aperta a tutti, ricercando la collaborazione con la USL e altre associazioni del volontariato e dello sport.

• Cannoniere: Il CdA valutato che alcune di esse ben si presterebbero a realizzare in estate piccoli eventi culturali e sociali, che possano contribuire a animare le Mura, anche di notte, ha deciso aprire un Bando per le manifestazioni di interesse per le Associazioni.

• Mura On Demand: Insieme con Itinera, alcuni Sotterranei, Cannoniere, Sortite, di recente restaurati o in fase di restauro, abitualmente chiusi, saranno aperte al pubblico, in accordo con le Guide, per essere usufruite su Domanda e a pagamento.

• Spalti interni del Baluardo San Salvatore: il CdA ha deciso lavori di sistemazione dell’aerea, ora parzialmente degradata, con l’utilizzazione di uno sponsor, dando mandato al Direttore di procedere il prima possibile, vista anche la presenza del Parco Giochi delle Mura.

• Orto Botanico: In accordo con l’Università di Firenze (Specola) realizzazione a fine maggio di una giornata Bat-Night. Convegno sul tema, proiezioni, centro di ascolto, introduzione della Bat-Box all’Orto e diffusione delle Bat-Box al pubblico.

chi desidera ulteriori informazioni può scrivere a colucci.lu@alice.it