Follow by Email

sabato 7 maggio 2011

IL MIO "ORTICELLO"

Il mio "orticello"
Ho quasi finito di reparare il mio orticello: ho piantato 45 pomodori, canestrino lucchese, costoluto, tondo liscio, sanmarzano, rio grande, più quelli di moda ora, piccoli e a grappolo. Una volta i pomodorini a grappolo veniva coltivati per l'inverno, attaccati in cantina, servivano per mettere nel brodo. Una volta la verdure e gli ortaggi erano solo di stagione, ora li trovi in inverno dal Cile, l'Australia, l'Argentina ecc.
Ho piantato 12 melanzane, otto lunghe lucchesi e 4 tonde, per fare quello splendido piatto che è la "Parmigiana lucchese" assai diversa da quella classica Napoletana.
Poi 12 peperoni, sei rossi, sei gialli, più sei peperoncini piccanti.
Ho seminato sei solchi di fagioli: due da sgranare, cannellini e giallorini, e gli altri da consumo fresco, verdi, gialli, stringhe (che non vengono quasi mai, chissà perchè) stortini e schiaccioni.
12 piante di zucchine, 3 di zucche, 6 di cetriolo.
Poi tanto basilico, per il pesto alla genovese, insalate, radicchi, bietola a costa larga, sedano, fragole, insomma un orto completo, mancano le patate, che fanno ingrassare.
Fra 60 giorni se la stagione regge, si dovrebbero cominciare a raccogliere: un pomodoro colto e mangiato è un altra cosa, con beneplacito delle botteghe e dei supermercati.
L'Orto che passione per i lucchesi!!!