Follow by Email

venerdì 13 gennaio 2012

CHIUSE LE MURA DI LUCCA DA LUNEDI' 16 gennaio

L'OPERA DELLE MURA INFORMA:
DA LUNEDI' 16 GENNAIO CHIUSO UN TRATTO DI MURA PER ALMENO 15 GIORNI. Dal Baluardo San Paolino al Baluardo San Donato.

Accordo di programma tra la Regione Toscana, il Comune di Lucca e l'Opera delle Mura, per il recupero delle alberature del complesso monumentale delle Mura Urbane. Terza fase periodo 2077-2011. Comunicazioni.

I lavori avranno inizio dal prossimo lunedì 16 gennaio con le operazioni di delimitazione delle aree e gli abbattimenti partendo dalla salita di via del Pallone ( baluardo S.Paolino ) e procedere verso porta S.Anna. In questa fase iniziale per una durata di almeno quindici giorni lavorativi, condizioni meteo permettendo, quindi fino al giorno di venerdì 3 febbraio prossimo, la passeggiata delle mura, per ovvi motivi di incolumità e sicurezza ai normali fruitori verrà chiusa ad ogni passaggio per consentire la rimozione delle alberature che sarà eseguita con particolari attrezzature meccaniche, ( gru semoventi e piattaforme aeree ) con la protezione delle superfici erbose e sterrate con appositi teli per non disperdere e raccogliere i residui legnosi dei tagli che rappresentano uno dei veicoli principali per il pericoloso propagarsi del contagio con altri siti e alberature circostanti.
I lavori complessivi avranno una durata come da capitolato, e salvo imprevisti di giorni 120, mentre la chiusura totale del tratto di Mura dovrebbe essere di almeno 15 giorni a secondo delle condizioni climatiche.
Oltre alla sostituzione delle alberature con altre, quali pioppi e tigli, come indicato dalla Soprintendenza di Lucca nella apposita conferenza dei servizi, saranno eseguiti anche altri interventi necessari alla riqualificazione della passeggiata, come la riduzione del nastro di asfalto, il ripristino dell’attuale cordolo in pietra lato paramento esterno e la regimazione delle acque di superficie. Come affermato in precedenza, questo intervento rappresenta il completamento della terza fase del programma, in quanto nel periodo 2007-2011 sono stati completati i lavori relativi alla riqualificazione delle alberature sul baluardo S.Paolino e la scesa del baluardo S.Regolo.
E’ della Cooperativa Terra Uomini e Ambiente di Castelnuovo Garfagnana Lucca l’offerta più vantaggiosa in ordine alla procedura di gara indetta dall’ Opera delle Mura alla quale hanno partecipato a seguito di invito altre quattro ditte specializzate nel settore, aggiudicandosi l’appalto per l’ importo di €. 97.648,00 al netto nell’ IVA oltre a €.2.500,00 quali oneri per la sicurezza previsti di legge. I lavori riguardano il tratto della cortina alberata compresa tra il baluardo S.Paolino e porta S.Anna. In particolare si tratta dell’ ultimo lotto dei lavori previsti dalla terza fase dell’accordo di Programma con la Regione Toscana ed il Comune di Lucca per il recupero delle alberature del nostro complesso monumentale, in particolare alberature ammalate a seguito del cancro colorato ( Ceratocystis fimbriata ) che devono essere rimosse seguendo precise e minuziose prescrizioni autorizzate ed impartite dal Servizio Fitosanitario della Regione Toscana.
Per sola conoscenza e cronistoria la terza fase del programma siglata dal Presidente Martini della Regione Toscana ed il nostro Sindaco Mauro Favilla è il proseguo di altri accordi di programma avviati sempre congiuntamente e sottoscritti nel 1993 e nel 2002, con l’obbiettivo del ripristino, conservazione e riqualificazione delle alberature monumentali, in quanto sono componente essenziale del complesso architettonico, contribuiscono alla definizione del profilo paesaggistico ed ambientale dell’area e allo stesso tempo rappresentano un bene sociale dei residenti e attrattiva turistica della città.
Chiediamo ancora una volta ai cittadini lucchesi e agli ospiti della città, principali fruitori della passeggiata di sopportare con spirito positivo il breve disagio che l’intervento comporta per la chiusura della passeggiata, avendo certezza che il nostro impegno unitamente al vostro sostegno contribuirà ad arricchire e mantenere il nostro monumento.

cordiali saluti

francesco colucci, presidente