Follow by Email

lunedì 6 agosto 2012

SPILUCCANDO 4 - Lillicu - Cagliari

 Dopo la Sicilia non potevo non potevo parlare della Sardegna, altra bellissima terra della nostra meravigliosa Italia.
Facciamo un salto a Cagliari, una città molto interessante….vicino al porto, in un stretta e antica via della città antica, una delle più vecchie trattorie sarde, dove si mangia come 100 anni fa sul nudo marmo di grandi tavole, in promiscuità, senza uno straccio di tovaglia sia pure di carta. Trattoria Lillicu è il suo nome.
Un cameriere sbilenco da una cenciata sul marmo e via si parte per una esperienza particolare e popolare: piatti della tradizione di pesce e di carne....ma di cavallo.
La bottarga, una eccezionale bottarga viene messa a disposizione sul tavolo per primi e pomodori....senza economia....a volontà.
Pesci poveri cucinati con passione, ma se capitate quando un marinaretto porta la nassa con le aragoste vive....potete fare centro.
Non ci sono paragoni da fare....le aragoste sarde sono il top.....

Nelle due piccole sale, la prima di ingresso, pochi marmorei tavoli.....occorre avere fortuna......sia per il posto che per il pescato.....quello si mangia qui bene, se non si vuole andare sulla terra, che prevede cibi molto saporiti....ma per gli indigeni.....il viaggiatore non si fa scappare l'occasione di utilizzare la generosa bottarga e il pesce freschissimo.
Ho letto che Lillicu ha aperto anche un Ristorante con lo stesso nome, non molto distante......non ci sono mai stato....ma non avrei dubbi.....solo la Trattoria con i tavoli di marmo.
Un menestrello locale spesso allieta le serate.
Dopo aver visitato la città, vi consiglio una scappatella al mercato del pesce......un delirio...
Da visitare la spiaggia di Poetto e la costa sia ad est come ad ovest di Cagliari, mare d'incanto e paesi da presepe.


Anche sulla Sardegna ritornerò, perchè la vera tradizionale cucina sarda non è il pesce, tanto di moda oggi, ma la pecora, il porceddu, cavallo ed asino, formaggi e miele...e trattorie ove degustare queste cose, ve ne sono e di carine, che non fanno mai pesce.
Tanti anni fa in un delle molte battute di caccia al tordo di passo, che faccio da oltre quarant'anni sull'isola, in una cena casuale, in una minuscola trattoria popolare a Siniscola, (allora quattro case), trovai il brodo di tartaruga....vero....sardo......non la scatoletta cinese.....ma questa è un altra storia....