Follow by Email

domenica 24 marzo 2013


CAPIRE PIO
Ovvero i nostri fornitori di prodotti dell’orto a metro zero:                                                                                                                                                                                                                                                                                            I Biagini di San Cassiano di Moriano
Per capire cosa vuol essere PIO, cosa vuol rappresentare di nuovo nel patrimonio illustre dell’enogastronomia lucchese, provo a scrivere la storia di alcuni fornitori di prodotti che abbiamo scelto per la nostra cucina, a metro zero, quando è possibile.
Il Morianese è terrà di contadini, di produttori di ortaggi sopraffini, di Vite,  Olivo, Frutta, molti sono riuniti nel Consorzio SAPO che funziona molto bene, presieduto dal Conforti produttore di frutta eccellente.
Oggi vi voglio parlare del nostro maggior fornitore, per ora, di verdura dell’orto, di cavoli, porri, erbi di campo ora e poi di piselli, pomodori, patate. Vi parlo dell’Azienda Agricola F.lli Biagini di San Cassiano di Moriano a 400 metri da PIO.
 Il primo produttore agricolo della famiglia si chiamava Lorenzo Biagini, bisnonno degli attuali conduttori. Lorenzo ai primi del ‘900 emigrò in argentina dove fece un po’ di palanche e da bravo emigrante lucchese, tornato al paesello comprò un podere ed una casa colonica, dapprima per campare la famiglia e poi per vedere i prodotti, avendo undici figli per la bisogna. Da Lorenzo siamo arrivati per varie generazioni a Giovanni e Grazia Biagini, che cercano do fare questo secolare lavoro con cura e attenzione, rispettando l’ambiente e la terra che è la loro vita. Lotta integrata per la frutta, concimazione animale, nessun tipo di dissecante ne diserbante per un prodotto genuino e per preservare la terra.
I Biagini prediligono coltivazioni stagionali di prodotti tradizionali del Morianese. Per i prodotti dell’Orto: Pomodoro canestrino, cavolo nero, cipolla lucchese, barbe di prete, porri, cardoni. Per la frutta una delle più antiche varietà morianesi “dora di dolfo”, ma anche cachi e mele.
Adesso oltre che all’ingrosso e Biagini hanno aperto uno spaccio per la vendita dei loro prodotti nella loro corte, in aperta campagna, nella golena del Serchio, una bottega da visitare per i fantastici ortaggi in vendita.
Gli stesso ortaggi che da venti giorni acquistiamo per PIO, per le nostre zuppe, per i nostri piatti tipici.
Una storica Osteria Morianese che cucina prodotti del Morianese, tutto questo a mio parere è kult anzi rock.