Follow by Email

mercoledì 27 maggio 2015

Bis di Tambellini? ..NO GRAZIE!!! abbiamo già dato

Il Sindaco Tambellini ha pubblicato un video e distribuito "veline" di una sua intervista per magnificare la sua attività amministrativa in tre anni, con lo scopo di mettere un mattone per una sua ricandidatura a Sindaco nel 2017. Visto che l'opposizione di centro destra è sfilacciata e rimarrà così se non verrà eletto il Sindaco Maurizio Marchetti al Consiglio Regionale Toscano, in maniera da tirare le file organizzative e politiche di un nuovo centro destra lucchese, proverò io a replicare, con i quattro gatti dei Riformisti Italiani di Lucca.....quattro gatti ma con robusti attributi..... elencando 12 motivi 12 per chieder cortesemente a Tambellini non solo di non ricandidarsi ma anzi.... di levare il disturbo prima della scadenza...abbiamo già dato assai... in questi tre anni.
  1. Fino ad ora Tambellini ha speso denari e utilizzati progetti trovati e predisposti dalla precedente amministrazione di centro-destra. Non mi sembra che vi sia stato un solo suo Progetto in questi tre anni. Manca ogni prospettiva di sviluppo della società lucchese, solo ordinaria amministrazione e poco anche di quella..
  2. Come Sindaco è stato carente in tutto, la sua presenza nella città e su i problemi, impalpabile, la sua capacità maggiore è stata di nascondersi, farsi scivolare i problemi addosso, non prendere mai una responsabilità.
  3. Centro storico: mai così disastrato, nessun intervento sull'arredo urbano, sui monumenti, sporcizia da tutte le parti, nessun contrasto alla criminalità di strada, ogni dove accattonaggio molesto, alcun intervento sulla mobilità in città, sui parcheggi, sull'isola pedonale. Si avverte palesemente una sensazione di totale abbandono del centro storico a se stesso.
  4. Periferie: centinaia di cose da criticare, ma qui è Tambellini stesso a dichiarare che non ha fatto nulla in questi tre anni per le Frazioni....quindi inutile infierire, ma voglio solo ricordare, perchè emblematico, il caso del quartiere Giardino a Pontetetto.
  5. Territorio: silenzio assoluto sullo sviluppo futuro della città..Degrado costante del territorio senza alcun intervento di ripristino e salvaguardia. Regimazione delle acque assente con allagamenti ogni dove, ripetuti e costanti. 
  6. Turismo: zero proposte, nessuna azione o intervento nel settore che costituisce il 50% dell'economia e del lavoro di Lucca. Operatori abbandonati a se stessi. Tassa di Soggiorno utilizzata solo per aumentare le entrate del Comune utilizzando i fondi in violazione della legge istitutiva.
  7. Cultura: Abbandonati a se stessi Puccini e Summer Festival, collezionando figuracce nazionali e cicchetti in conferenze stampa. Un Giglio disastrato, Un calendario eventi da paesone dell'oltrepò pavese........
  8. Mobilità urbana ed extraurbana.....discorsi, inaugurazioni, promesse.....il risultato è la crisi endemica del Clap e della Ferrovia, con Lucca pressochè fuori da ogni collegamento veloce con Firenze, (aeroporto, stazione dei treni veloci) Pisa aeroporto e Livorno porto passeggeri e merci.  
  9. Sport: la questione delle luci del Porta Elisa, prima negata e poi risolte a parole in tre minuti danno l'immagine di una amministrazione allo sbando, che non sa neppure di che si parla. Il nuovo Regolamento dei Campetti Comunali, già in crisi appena presentato, perchè.... impresentabile.....
  10. Regione: rapporti improntati alla supina acquiescenza ai desiderata di Rossi, dall'Ospedale, uno scandalo che non finirà mai, alle politiche dell'accoglienza, dell'Acqua, dell'Energia.: 
  11. Tasse Comunali: aumentate al massimo, dalla spazzatura alla casa,  disorganizzate nella riscossione, a iniziare dalle contravvenzioni stradali, che meriterebbero una attenzione a parte......
  12. Sociale: una spesa enorme, con molti aspetti da chiarire, con una accoglienza pesante, disorganizzata e con violazioni di leggi urbanistiche e di normale convivenza civile, negli insediamenti abusivi.   Riformisti Italiani di Lucca
     In foto la Caporetto del General Cadorna....nell'articolo la Caporetto del Sindaco Tambellini