Follow by Email

giovedì 19 novembre 2015

Anche a Lucca???

Un mio post pubblicato su FB sul massacro di Parigi, riportando alcune dichiarazioni di anni fa di Oriana Fallaci, ha avuto un commento pubblico da un utente FB, Senegalese, che vive a Lucca. Riprendo la sua risposta, senza citare il nome, che potete però trovare su FB.
Sono sempre disponibile ad accettare le posizioni di chi non la pensa come me ed invero non ci sono in questo commento incitazioni alla violenza o elogi per gli eccidi a Parigi, quello che però mi spaventa è la completezza di informazioni, vere o false che siano, pubblicate per denunciare crimini di Cristiani e in particolare delle Chiesa Cristiana contro i Musulmani in questi ultimi anni.
Informazioni particolareggiate, crude, sanguinose, credo in buona parte non vere, ma poste a commento dei massacri di Parigi. Forse a giustificazioni degli stessi? o forse no? Non si può sapere.
Rispetto le opinioni di tutti, ma la domanda che mi pongo: un Senegalese, che sta a Lucca, come fa ad avere pronti e documentati, tutti questi fatti delittuosi imputati, da lui, ai Cristiani?
Mi auguro che sia uno storico, o uno studioso o un appassionato.... oppure......

francesco colucci


Questo il commento integrale del Senegalese di Lucca pubblicato in calce al mio post su i fatti di Parigi:

"Il più grande genocidio della storia recente è stato commesso nel 1994, in Ruanda: 800.000 vittime ad opera degli Hutu, di fede cattolica. Il Vaticano, oltretutto, nascose i sacerdoti criminali in Europa, come, per esempio, padre Athanase Seromba che fece demolire con le ruspe una chiesa in cui aveva appena rinchiuso 2.000 persone. Dopo la strage i monaci cattolici lo aiutarono a fuggire, cambiò nome, e se ne andò a fare il prete a Firenze. Poi abbiamo l'Uganda, dove l’Esercito di Resistenza del Signore, guerriglieri ultra-cattolici, ha ucciso circa 20.000 persone e sono stati accusati di crimini contro l’umanità: rapimenti, mutilazioni, torture, stupri e schiavitù per scopi sessuali. Anche in centro Africa i massacri per mano dei cristiani contro le minoranze islamiche sono numerosi, uno su tutti quello attualmente in corso degli anti-Balaka, ma anche quelli dei Cristiani Maroniti contro i musulmani palestinesi e libanesi a Karantina (1500 morti) oppure a Tel al-Zaatar (3000 vittime), per non citare il noto massacro di Sabra e Shatila in cui furono torturati, stuprati e uccisi dalla milizia cristiana 3.500 rifugiati palestinesi. Ci sono addirittura le foto dei cattolici che brandivano crocifissi durante il massacro. Ricorderete poi tutti Anders Behring Breivik che nel 2011 uccise 77 persone, autoproclamandosi “salvatore del Cristianesimo”. E forse rammentate anche Eric Robert Rudolph. Membro del movimento ultracattolico Christian Identity, che fece un attentato alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996 con 111 feriti ed un morto, poi mise tre bombe in altrettante cliniche per aborti nel 1997 e un'altra in un bar per lesbiche. Notevole anche Scott Roeder, che nel 2009 uccise George Tiller, medico abortista, e lo fece addirittura durante la messa. Stessa sorte toccò al medico Bayard Britton ucciso dal Reverendo Paul Jennings Hill, anche se il più noto in questo campo è James Charles Kopp, un vero serial killer di medici abortisti. Tutti più o meno legati al movimento terroristico cristiano “Army of God”."