Follow by Email

sabato 25 giugno 2016

Uffici di Informazione turistica: proposte per il risorgimento del Turismo a Lucca

Gli Uffici Informazione sono il cardine dell'accoglienza turistica di una città.
Sono il punto di riferimento di ogni turista che quando giunge in un nuova città,  ricerca sempre questo ufficio, non solo per le notizie, ma anche per sentirsi "protetto" e non più solo.
In questi anni, con il progredire delle nuove tecnologie, sono mutate alcune esigenze strutturali dell'Ufficio, che però rimane essenziale nelle dinamiche di accoglienza del turista.
A Lucca, l'Ufficio di Piazzale Verdi è ben collocato, sia che rimanga dove è, che si trasferisca alla vicina Cavallerizza, da mutare invece sono i parametri funzionali distrutti dalla gestione Tambelliniana.
Questo Ufficio deve avere un orario in stagione turistica (da Marzo ai Comics) dalle 9 alle 20 tutti i giorni, per diminuire poi dalle 10 alle 18 in inverno. Accanto all'Ufficio deve esservi un Touche Screen, che fornisca al turista, ad uffici chiusi, le principali informazioni comprese quelle sanitarie e dell'ordine pubblico. Cartelli indicanti l'Ufficio debbono essere collocati sulle principali direzioni stradali ad iniziare dalle autostrade e dalla Ferrovia.
Il personale che a turno darà info, deve saper parlare alle perfezione l'Inglese e difendersi in Tedesco, Francese e Spagnolo. Dovrà essere data una corsia preferenziale agli Stage degli Istituti scolastici della città ed in particolare degli Istituti turistici, per formare nuovi soggetti e per avere più forze a disposizione senza aggravare il bilancio di Itinera, che gestisce a Lucca questi uffici info.
L'ufficio dovrà essere dotato di una Banca dati aggiornata su tutte le emergenze turistiche del territorio toscano, che dovono essere comunicate ai turisti, stampando le informazioni in lingua.
Per questo l'Ufficio deve essere dotato di una modernissima stampate digitale a cinque colori, sempre funzionante. Il particolare l'ufficio dovrà avere elenchi aggiornati e completi di notizie sulle strutture turistiche del territorio, compreso i ristoranti e le trattorie, info sulle Guide Turistiche e sui Servizi essenziali del nostro territorio, sulle emergenze turistiche della Toscana.
La Pianta Monumentale di Lucca, ben realizzata, dovrà essere sempre a disposizione gratuitamente del turista. Non importa che la Pianta abbia molte info sui punti più significativi della città, purché le poche info siano in più lingue, comprese quelle meno di uso comune: Nederlandse, Norvegese, Svedese, Danese, Russo, Cinese.
Trovare da parte del Turista anche una semplice Cartina della Città con alcune notizie nella propria lingua da un immagine di accoglienza eccezionale. Non è complicato, l'APT lo faceva tranquillamente
Il personale deve dare la massima assistenza al turista in ogni sua richiesta, mostrandosi sempre gentile e disponibile.
Le strutture turistiche, i gestori dei servizi turistici e delle emergenze turistiche, devono avere un rapporto continuo e condiviso con l'Ufficio Info, segnalando tempestivamente ogni variazione o novità, intervenuta.
Il materiale messo a disposizione dalle strutture private e pubbliche deve sempre reso fruibile al turista e l'ufficio deve segnalare quando questo materiale è esaurito, per essere reintegrato.
L'Ufficio deve conoscere bene e dare info su tutti gli eventi che si svolgono in città e nel territorio lucchese e toscano e il personale allo sportello deve sempre essere aggiornato e preparato dai Dirigenti di Itinera e del settore turismo del Comune, che sono i responsabili del funzionamento ottimale dell'Ufficio.
Si deve considerare che la permanenza media di un turista in città è uno dei fattori economici più importanti e più gli uffici info forniscano notizie, materiale pubblicitario e incuriosiscano il turista con luoghi da visitare, anche in provincia, aumentano le occasioni per un prolungamento della presenza turistica.
Gli altri Uffici Info del Comune:
Il nuovo ufficio per l'accoglienza ai Bus turistici e per la riscossione della vituperata tassa di arrivo a Lucca, data la vicinanza con l'Ufficio di Piazzale Verdi, non ha necessità di particolari esigenze strutturali, per non duplicare inutilmente i costi.
Invece l'organizzazione dei Uffici Informazione decentrati in città è esigenza primaria: la chiusura da parte di Tambellini, degli Uffici della Stazione, di Piazza Santa Maria, Palazzo Ducale e Porta Elisa ha concentrato tutti gli arrivi su Piazzale Verdi, creando caos e ingorghi e peggiorando di molto l'accoglienza al turista.
L'ufficio info della Stazione va riaperto in ogni maniera, anche con orari ridotti e segnalando con chiarezza dove si trova l'Ufficio centrale sempre aperto.
L'esigenza primaria poi è dotare il centro storico di punti info mobili e stagionali.
Il Vigile Urbano, che parli almeno l'Inglese e che gira per città con la fascia al braccio esplicativa della sua qualità di informatore turistico è basilare e neppure difficoltoso a realizzarsi.
Occorre istituire almeno un punto informativo stagionale nel centro storico, ben segnalato.
Per avere sinergie organizzative per abbattere i costi, andrebbero coinvolte strutture private significative, che diano accoglienza ad un banco info aggiuntivo.
Penso all'Ufficio della Cassa di Risparmio di Lucca in piazza S.Michele, opportunamente affidato alla biglietteria e pubblicità del Summer Festival, che potrebbe contenere, con beneficio per tutti, anche un piccolo Desk di informazione turistica, gestito da Itinera, che si affianchi ai Desk del Summer. Oppure penso a un Chiosco mobile, come quello messo in Piazza San Michele o ad uno nuovo, ubicato al centro della Piazza Anfiteatro. Una soluzione stagionale con un ufficio collegato via Internet con l'Ufficio centrale di Piazzale Verdi, per ottimizzare i costi dell'informazione.

francesco colucci

La prossima Scheda n.5:
"Visibilità nella rete Internet attraverso il Sito della Città e collegamenti necessari" 
sarà pubblicata la prossima settimana.






domenica 19 giugno 2016

Turismo Informazione, Scheda n.3: "The Brand"

Le mie proposte per il Risorgimento del Turismo a Lucca, saranno divise nello schema classico:


  • Informazione
  • Accoglienza
  • Promozione

Nella scaletta indicata dalla Scheda n.2 per declinare le mie proposte sulla Informazione Turistica ho messo al primo posto:
     
Definizione della proposta di immagine della città...il cosiddetto "Brand"

      Dare in poche parole, facilmente comunicabili, un definizione esaustiva della proposta "turistica" di Lucca è certamente una delle prime cose da dover indicare e da porre alla base all'Informazione e alla Promozione della città. 
      Ritornare a fare una "politica turistica" per Lucca, abbandonata da anni, parte dall'individuazione di un Brand.
      Negli anni passati, quando vi era l'APT, che si occupava di 28 Comuni, il Brand era: Lucca e le terre di Giacomo Puccini. Ancor oggi le poche pubblicazioni edite adesso, riportano questo Brand.
      Dovendo ora valutare una proposta per la sola Lucca penso ci si possa ampliare nella definizione, tenendo sempre presente che Giacomo Puccini è il lucchese più conosciuto ed amato nel Mondo, (meno che a Lucca) e che quindi sarebbe folle lasciarlo fuori dal Brand Lucca.
      L'altro caposaldo dell'immagine della città, sono le Mura, ancor più ora, valorizzate dal restauro della Fondazione CRLucca.
      Va aggiunto a mio parere anche l'esaltazione della tranquilla vita di una città che è veramente bella nel suo insieme di "città murata" scrigno da vivere e "aprire" pian piano, che potrebbe essere sintetizzata dal famoso "Garbo" lucchese.
      La mia proposta quindi per un nuovo Brand Lucca è:

      Lucca, Giacomo Puccini, le Mura e il Garbo 

     Ovviamente molto altro potrebbe essere proposto come Brand, ma credo che questo sintetizzi al meglio la proposta turistica della città.
        Il Brand individuato dovrà essere riportato in tutte le pubblicazioni edite, nei Siti pubblici e privati lucchesi, nel news letter, insomma dappertutto perchè più è ripetuto e più reso visibile, maggiormente serve alla scopo prefissato: Valorizzare l'Informazione su Lucca, provocare interesse e curiosità, nella sintesi massima di quella che è la proposta turistica della città.

        La prossima Scheda n.4 parlerà di:      Uffici di Informazione Turistica, fissi e itineranti

        francesco colucci



  
      
  

domenica 12 giugno 2016

Turismo: Scheda n. 2 - Informazione, Accoglienza, Promozione

Per le mie proposte, seguirò le tre classiche divisioni del Turismo: Informazione, Accoglienza, Promozione, anche se nella visione moderna sono ormai un tutt'uno.
Un ottima Informazione ed una efficace Accoglienza sono, con il passa-parola, la migliore forma di Promozione che si possa fare ad un località Turistica, nel momento in cui la Promozione ha avuto un profondo cambiamento, con il declino delle Fiere di settore e, per le le località turistiche con strutture di accoglienza medio-piccole, la scomparsa dell'interesse dei grandi Tour Operator.
Questo consente di affermare che la recente legge regionale n. 22 del 4 marzo 2016 che accentra a Firenze tutta la Promozione, non fa danno più di tanto alle località periferiche, perché regolamenta in maniera burocratica e restrittiva una forma di Promozione che fa ormai parte del passato oppure è mirata alle grandi catene alberghiere e alle mega-strutture ricettive.
Lucca, volendo, può avere una efficace sua Promozione turistica, senza violare la legge regionale, spaziando nelle immense praterie del Web, delle nuove tecnologie, nelle nuove forme di Comunicazione.

Comincerò dall'Informazione elaborando singole Schede, secondo la divisione sotto riportata.

INFORMAZIONE, Le Schede previste:
  • Definizione della proposta di immagine della città...il cosiddetto "Brand"
  • Uffici Informazione, fissi e itineranti
  • Visibilità nella rete Internet attraverso il Sito della Città e collegamenti necessari
  • Visibilità sui Social
  • Presenza sui Mass media
  • Materiale cartaceo informativo
  • Materiale per i cellulari di ultima generazione
  • Telecamere sulla Città: per la Rete e per il Meteo. 
  • Valorizzazione degli eventi, come incentivazione delle presenze
La prossima settimane entreremo nel vivo delle proposte.

francesco colucci


giovedì 9 giugno 2016

Proposte per il Risorgimento del Turismo a Lucca - scheda n.1

Come promesso mi sforzerò di presentare ogni settimana delle schede tecniche, elaborate per rilanciare il Turismo a Lucca, devastato da quattro anni di gestione del Sindaco Tambellini.

SITUAZIONE NORMATIVA IN TOSCANA

Il sistema toscano del Turismo (APT, Toscana Promozione, Promos) è stato distrutto da Rossi, Presidente della Regione Toscana, con l'aggravante di non aver previsto nulla in loro sostituzione.
Basta leggere le due nuovissime leggi sul Turismo della Toscana per rendersi conto della gravità della cosa.
La Legge Regionale 18 marzo 2016, n.25Riordino delle funzioni provinciali in materia di
turismo in attuazione della l.r. 22/2015. Modifiche alla L.R. 42/2000 e alla L.R. 22/2015, infatti, dopo tutta una serie di blablabla, affida ai Comuni tutte le funzioni amministrative legate al turismo cioè quelle che erano delle Province.
Anche l'Accoglienza e la Promozione locale vengono delegate ai singoli Comuni, con l'indicazione di utilizzare forme associate fra i Comuni per quelle a carattere sovra-comunale (SIC!) ed in attesa di queste unioni, tutte le funzione di accoglienza e promozione turistica sono affidate ai Comuni Capoluogo. 
In più. l'esercizio di Accoglienza e Promozione da parte dei Comuni deve vedere:
a) la stipulazione di una convenzione con l’Agenzia regionale di promozione turistica, di cui alla legge regionale 4 marzo 2016, n. 22. (la seconda nuova legge su Toscana Promozione, con una scelta monocratica e scadenza normative burocratiche errate per una promozione tempestiva.)
b) la realizzazione del collegamento con la piattaforma informatica regionale;
c) la programmazione e il monitoraggio delle strategie delle attività turistiche dei territori di destinazione mediante l’osservatorio turistico di destinazione (OTD).
Inoltre nella fase di attuazione degli interventi definiti negli atti di programmazione della promozione turistica il raccordo fra le esigenze di carattere locale e le attività di competenza regionale è assicurato dalla Cabina di Regia Regionale così composta: 
a) l’assessore regionale al turismo, o un suo delegato, con funzione di presidente;
b) cinque membri in rappresentanza dei comuni designati dal Consiglio delle autonomie locali.
c) un membro designato dalla Città metropolitana di Firenze;
d) un membro designato dalle camere di commercio industria, artigianato e agricoltura (CCIAA);
e) tre membri designati dalle associazioni di categori delle imprese del turismo;
f) tre membri designati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori.

Credo che gli Operatori turistici, i giornalisti, dovrebbero soffermarsi maggiormente sulle due nuove leggi del turismo della Toscana, di pochi mesi fa, che ho citato per vedere come è stato distrutto tutto il comparto del turismo e in particolare l'Accoglienza e la Promozione locale, affossati in una cappa di adempimenti burocratici e balletti acrobatici che renderanno impossibile ogni seria tempestiva iniziativa.
La tragica responsabilità normativa della Regione, non giustifica l'assenza del Comune di Lucca da ogni politica di Accoglienza e Promozione, perchè Lucca ha Itinera, un ente creato allora da Fazzi in odio alla Provincia e all'APT, che ora sarebbe l'ideale, se potenziato e ben guidato, per esercitare un Accoglienza turistica a cinque stelle, che è da sempre la migliore Promozione per la città.
Ma di questo parleremo delle prossime Schede.

francesco colucci x Riformisti Lucca



  









  

domenica 5 giugno 2016

Turismo: dalle macerie tambelliniane proviamo a ricostruire.

Tambellini, un Sindaco, che in poco tempo, è riuscito a distruggere una valida politica turistica che Operatori, Categorie Economiche, Enti Locali e APT, avevano faticosamente costruito nel tempo, portando Lucca, nell'Olimpo delle città d'arte italiane.
Un accoglienza turistica fatiscente, nessuna idea di promozione, dispersione colpevole delle cospicue risorse della tassa di soggiorno, smantellamento di Itinera, ormai ridotta a mero ufficio riscossioni, priva di materiale pubblicitario, di servizi decenti, di ruolo nel turismo cittadino.
Puccini, la Cultura, gli Eventi, il Centro-Storico, Le Mura: tutti abbandonati a se stessi
La confusione poi è massima, con un Sindaco allergico al Turismo, assente nel dibattito cittadino, delegato impropriamente ad amministratori esterni, a libro paga del Comune, spocchiosi, linguacciuti e incompetenti nella materia, che sproloquiano in polemiche politiche che non competono loro, invece di dare risposte tecniche: chiare, oneste e precise.
Un disastro annunciato che rischia di compromettere un settore cardine dell'economia cittadina.
Disprezzando la sola critica, proverò nelle prossime settimane ad offrire un contributo per la ricostruzione di una politica del turismo a Lucca.
Le mie "Proposte per un futuro al Turismo lucchese" si articoleranno su schede tematiche, innovative, ma anche molto dettagliate, per stanare i soliti furbetti del pressappochismo di mestiere ed andare al centro del problema.
Mi auguro che questa mia proposta, coniugata su temi precisi e tecnici, possa servire ad aprire un dibattito fattivo sul Turismo, facendo emergere chi vuole costruire e chi galleggia sui problemi o peggio ancora, con la sua ignavia, li aggrava, fino a consunzione.

francesco colucci x Riformisti Lucca