Follow by Email

mercoledì 11 maggio 2011

PISTE CICLABILI - UN MUST DELL'OGGI

Voglio provare ad approfondire il tema delle Piste Ciclabili, senza voler entrare minimamente nelle polemiche di questi giorni, valutando la situazione generale  e diciamo solo da un punto di vista "filosofico".
Piste Ciclabili da Wikipedia: Una pista ciclabile (o percorso ciclabile o ciclopista) è secondo la definizione del Codice della Strada (articolo 3, punto 39): "parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi". In parole più semplici si tratta di un percorso protetto o comunque riservato alle biciclette, dove il traffico motorizzato è escluso.
Lo scopo di tali percorsi è separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e da quello pedonale, che hanno velocità diverse, per migliorare la sicurezza stradale e facilitare lo scorrimento dei veicoli.


E' evidente che le piste ciclabili servono prevalentemente per garantire il raggiungimento del centro città dalla periferia senza dover rischiare la vita in strade percorse da un intenso traffico veicolare e commerciale.

Proviamo a applicare il tutto a Lucca, città il cui uso della bicicletta è molto gradito e molto utile.
  • Centro Storico: l'uso della bicicletta è assai utile e del tutto protetto, ma andrebbe disciplinato come era nel passato. L'uso di via Fillungo come pista ciclabile, indubbiamente utile, andrebbe invece negato e trovato percorsi alternativi di attraversamento del Centro Storico, anche indicati visivamente, in strade collaterali. Creare percorsi ciclabili per attraversare la città, che non danneggino il passeggio e il commercio, dovrebbe essere un priorità.
  • Circonvallazione:  il punto più pericoloso per l'uso della bicicletta. La priorità vera è continuare la piccola porzione di pista ciclabile realizzata lungo via Carducci, per tutto il percorso intorno alle Mura, a fianco della circonvallazione. Questa Pista è una delle priorità indicate dal Sindaco Favilla e anche dal buon senso. Da fare il prima possibile.
  • Strade di grande traffico convergenti sulle Porte di accesso alla città: Via S.Donato, via Pisana, via Sarzanese, Giannotti, via Civitali, via S.Marco, vie per l'Ospedale, via di San Vito, Viale Castracani, Via Ingrillini, via Consani, ed altre direttrici che mi sarò certamente scordato.
  • E' su queste strade che si rischia la vita per arrivare in città e su queste strade che si deve operare celermente per far divenire Lucca una città vivibile in bicicletta in sicurezza.
  • Esiste poi anche il problema delle piste ciclabile nei quartieri, giusto risolvere anche queste, ma la priorità mi sembra indubbio è sulle grandi direttrici per arrivare in città. Nei quartieri il grande traffico anche commerciale è ridottissimo, scarsi i rischi, scarso anche l'utilizzo da parte dei ciclisti: non vi può essere dubbio che almeno il 90% dei ciclisti usa la bicicletta per andare in un centro storico, che con l'introduzione dei varchi telematici, è raggiungibile preferibilmente in bicicletta.
  • Conclusioni: credo che su queste priorità, soprattuto sulla Pista intorno alle Mura, dovrebbero essere concentrati gli sforzi realizzativi: Il Sindaco Favilla ha ragione questa Pista è una delle priorità massime.